Sapori di Carloforte e dell'Isola di San Pietro

     

 

 
 

INDICI

Sapori di Carloforte e dell'Isola di San Pietro

Tutte le ricette in un colpo d'occhio

 

MENU

Il Ricettangolo - Primi

 

   

U cashc

Il cashc

     
U cashc u l' in piattu tipicu da cujin-a tabarkin-a e u l' shquiji scimile au ci notu "cuscus" du Nord Africa.

A bse de shtu piattu a l' a semmua ctta a vapure e cundia cuin saccu de verde che vegnan prepar a prte.

Pe primma cosa l' necessiu inmid a semmua cun gua e iu, in moddu tole che i vri granelli assorban u liquidu sensa impashtse tra liotri.

Fta queshta preparassiun, se passe a cutta vea e proppia.
Se mette suvia a 'na pignatta cun ci o menu quattru littri d'gua, u cashc cua semmua drentu e cuarche pessin de cuiga de porcu.
U tttu u se fa cje pe circa tre e.

In tu frattempu se passe preparassiun de verde, che cushtituiscian u cundimentu da semmua.
U garbju taggiau a lishte u se fa rusul cu cosci, a siaula e a ravana;
i puisci cu favette e articioccule se fan triful int 'n tian cun po' de persa;
i sciaiji, che se mettan a bagnu a saia primma, vegnan buggii a porte cun dtrai shpighi d'aggiu, mentre'nvecce e maizan-e, tagg a ddu, se frizzan.

Quende infin a semmua a l' ctta, a se cundisce cu verdue ancun cde e cui 'na shpinsig de shpessa cannella.

U cashc u va serviu tiepidu, pe cui doppu u cundimentu da semmua, l' megiu lasciau ripos pe quarche a.

Da baive? Quellu che ui, ma suviattttu gua bella freshca.

Il cashc un piatto tipico della cucina tabarkina, variante del pi noto "cuscus", pietanza diffusa in tutta l'Africa mediterranea.

La base di questo piatto la semola cotta a vapore, condita poi con molte verdure che vengono preparate a parte.

Per prima cosa necessario inumidire la semola con acqua e olio, in modo tale che i vari granelli assorbano il liquido senza impastarsi tra di loro.

Eseguita questa preparazione, si passa alla cottura vera e propria.
Si sovrappone, ad una pentola contenente all'incirca 4 litri d'acqua, la cuscussiera, che simile ad un colapasta di terracotta, nella quale viene posta la semola ed alcuni cubetti di cotica di maiale. 
Il tutto si fa cuocere per circa 3 ore.

Nel frattempo, si passa alla preparazione delle verdure, che costituiscono il condimento della semola.
Il cavolo tagliato a listarelle si fa rosolare col cavolfiore, la cipolla e la carota;
i piselli con favette e carciofi vanno trifolati al tegame e a fine cottura, profumati con della maggiorana;
i ceci, messi la sera prima in ammollo, vanno lessati con alcuni spicchi d'aglio, mentre le melanzane, tagliate a "dado", si friggono.

Quando infine la semola cotta, la si condisce con le verdure ancora calde e la si profuma con della saporita.

Il cashc va servito in tavola tiepido, per cui dopo il condimento della semola, la pietanza dovr riposare per alcune ore.

Da bere? Quello che volete, ma soprattutto acqua bella fresca.




[Torna ad inizio pagina]


Abbiamo il piacere di presentarvi qui di seguito l'articolo

"A la recherche de notre cuisine / Cuisine insolite"

 scritto dal nostro amico

Jean-Bernard Lemaire
(Iscritto alla Mailing List "Carlofortini nel mondo" del nostro sito)
che vive a Saint Germain en Laye alla periferia di Parigi.

In questo articolo pubblicato il mese di dicembre 2002
nel numero 235 della rivista francese
"Ensemble"

Jean-Bernard parla appunto delle origini del cuscus.

Auguriamo una buona lettura del testo originale in francese.





 

 

 

 


[Torna ad inizio pagina]


 
     

Dal 06.09.2001

 
       

 

 

 

   

Inviare al Webmaster una e-mail con domande o commenti su questo sito web